giovedì 22 gennaio 2009

Un anziano, la bassottina e una bimba


Quando vado a prendere f&u a scuola c'è sempre un cane fuori dal cancello, aspetta paziente insieme a noi. E' una bassottina, con un collarino marrone con attaccato un piccolo fiore di tela, ormai sdrucito, molto kitsch. Non ha guinzaglio, lo sguardo è fisso sui gradini della scuola, non scondinzola neanche quando mi chino a toccarle la testa, si gira un attimo, mi guarda reclinando il capo e poi lo sguardo ritorna fisso sui gradini.
Cerco il suo padrone, mi viene sempre male ad usare questo termine, mi risulta impreciso, non amo i padroni, neanche per zorba mi definisco tale, semmai tutrice, considerando che gli compro il cibo e gli cambio la ghiaia della lettiera.
Più in la, lontano da lei, ai margini della folla dei genitori e parenti che si accalca vicino al cancello, un anziano, incrociamo gli sguardi, torno a posarlo sulla bassottina e poi ancora sull'anziano che annuisce sorridendo.
Escono i bambini ed è la solita tragedia di urla e mani alzate. Ad ogni mano alzata corrisponde un ditino puntato, alla maestra tocca il compito di associare dito e mano alzata. Per la bassottina è diversa la storia, esce una bambina nascosta da un buffo e colorato cappellino, il suo dito punta il musetto alzato del piccolo cane, la maestra associa cane e bambina. Il cane non scondinzola, contrariamente agli altri suoi simili, tantomeno salta. Si limita ad accompagnare la bambina dal buffo cappello colorato all'anziano che continua discretamente a stare fuori dalla folla.
C'è un bacio quasi sussurato tra i due e poi lentamente si allontanano.

12 commenti:

gianni ed anna ha detto...

Se, fuori della scuola, ci fosse stato un labrador nero di nome Argo sicuramene ci sarebbe stato il caos + assoluto!!!

Anna

Minu ha detto...

è giunto il momento di raccontare di luna al ricevimento dell'ordinazione del vostro amico prete, prossimamente su questo blog! stay tuned

Princi ha detto...

Minu, mi sono commossa!!

Nikka ha detto...

Adoro i cani anche se ti massacrano la vita ;-)

Nikka

Minu ha detto...

e le spazzole vero nikka?

Wilma ha detto...

Bellissima immagine. Molto poetica. Mi richiama: "Ode al cane" di Pablo Neruda
"...Andiamo avanti, uomo e cane, appaiati dal mattino verde, dall'eccitante vuota solitudine in cui solo noi esistiamo, questa coppia di un cane rugiadoso e un poeta del bosco..."

Mikim ha detto...

ciao minu! è la prima volta che passo a trovarti (arrivo dal blog di maurizio)complimenti per il post, mi è piaciuto tanto, quando la rivedi fai una carezza alla bassottina anche da parte mia :)

Minu ha detto...

per mikim
uno che tra i film preferiti inserisce il favoloso mondo di amelie merita una e più visite..
grazie
ps la cagnolina l'ho vista anche stamattina ma non ti avevo ancora letto. la stropiccio più tardi!

Mikim ha detto...

Heilà! ri-passo da queste parti per ringraziarti della visita. ho letto la risposta al mio commento e arrossisco un po' (grazie!)
mi raccomando, ricordati della carezza!

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Commovente
Penso spesso se noi non siamo degni del cane o lui non e' degno di noi.
E mi chiedo da dove venga questo annullarsi da parte sua nei nostri confronti
Sembrano bambini piccoli nelle tue mani e sono capaci di gesti eroici, massimi...
Un abbraccio
saba

the muffin woman vale ha detto...

questa immagina mi ha fatto venire in mente la pubblicità dell abarilla. quella della bimba e del gatto.
sento già la musica...
:))

"Arturo" ha detto...

Brava, sembrava di vedere mentre leggevo.