mercoledì 2 settembre 2009

il germe xenofobo

Sono preoccupata.
Ci sono riusciti anche con me.
Ieri sono andata in cerca di energie.
Normalmente le trovo sul lago, soprattutto nelle giornate velate, quelle in cui il sole sta timido timido dietro le nuvole e ogni tanto manda giù polverine di stelle sull'acqua.
Ho comprato la repubblica, perchè costa meno della stampa e perchè in questo periodo è decisamente più divertente, ho comprato un pezzo di farinata e un pezzo di pizza, due pezzi così ci esce gratis la bibita, almeno credo che ci esca gratis e mi sono seduta sul muretto del piazzale della madonna dei laghi.
Una piccola chiesetta sul lago, mia mamma mi ripete sempre ogni volta ci passiamo davanti, che quel piazzale davanti alla chiesa, ha visto la mia prima uscita pubblica, avevo 40 giorni quando sono uscita per la prima volta di casa, una volta usava così, i bambini li tenevano in quarantena, proprio come i nostri emigranti ad Ellis Island.
Divagazioni da donnette.
Eccomi al dunque.
Mentre cercavo di fare fluire le energie cosmiche e per ottimizzare i tempi mangiavo farinata prendendola a tocchetti e rispondevo al cellulare (grazia vuole che lo abbia sentito, perchè camu sostiene sempre che perderò l'occasione della mia vita tenendo il telefono in cantina), sono arrivati due in motocicletta, con tanto di casco.
E' stato istintivo, ho portato subito la mano alla borsetta.
Ho allungato l'orecchio verso i loro accenti.
Ho seguito i loro movimenti.
Ho chiuso il pacchetto della farinata e messo il tappo alla bottiglietta d'acqua.
Ho avuto paura.
Ne ho avuta anche quando ho visto che si trattava di una coppia formata da un adulto e da un ragazzino, adolescente immagino, non hanno tolto il casco.
Devono avere intercettato la mia paura, stavo lì seduta sul muretto stringendo forte i manici della borsa, senza neanche un pochino d'imbarazzo.
Sono andati via e invece di rilassarmi ho continuato a guardarmi intorno, circospetta.
Poi è arrivata una coppia, si sono tenuti per mano uscendo dall'auto, ed io ho continuato ad avere paura, ho nuovamente allungato l'orecchio verso i loro accenti.
Questo continua ondata di sentimenti xenofobi ha in qualche modo bagnato anche me.
Qualche giorno fa se ne parlava in famiglia.
Con toni molto accesi.
Mi hanno dato della comunista, come se la compassione possa avere uno stampo unicamente comunista. Mi ha tacciato di essere tale un parente cattolico praticante, del quale ho molta stima.
Ero angosciata, avevo pensato che se erano riusciti ad arrivare a lui, avevano già contagiato la maggior parte della gente.
Ed eccomi qua, con i manici della borsa stretti tra le mani.
Con le orecchie tese verso gli accenti.
Con lo sguardo indagatore.
Porcaccia.

ps.. interessa a qualcuno che domani mi colloquieranno? Sì proprio nell'azienda dell'imprenditore nazional cosmico?

9 commenti:

RED ha detto...

in bocca al lupo x domani !!!
x l'incontro ... quando volete fate un fischio !!!

the muffin woman pat ha detto...

minu è capitato pure a me.
stringere la borsa.
fare un passo indietro.
trattenere il respiro.
taglaire corto.
solo per un accento diverso.

Spinoza ha detto...

Non ti preoccupare. Tieni sempre conto le proporzioni:
- se tu scambi due normali per ladri, mal che vada genererai fastidio in quelle persone... peccato, ma dopo 2 minuti se ne sono già scordati;
- se tu scambi due ladri per normali, ti fregano anche le mutande (scusa il francesismo) e se ti dice sfiga ti pigli anche le botte.

Minu ha detto...

@TUTTI...
morale a 1000. mi hanno segnalata anche per un altro colloquio, allora non sono da buttare via! yuppiiii
dovrebbero pagare anche chi di professione fa il cerca lavoro, una faticaccia, credetemi!

Princi ha detto...

Sono d'accordo con Spinoza!!

IN BOCCA AL LUPO PER DOMANI!!!

Samantha ha detto...

In bocca al lupo cara amica!!!
Riguardo quel timore..purtroppo succede anche a me,un pò mi vergogno,un pò penso sia meglio stare all'erta.. mah.. pensieri..

lucida follia ha detto...

Anch'io voglio farti un grande in bocca al lupo per i colloqui!!

Anonimo ha detto...

Sei grande, sorellina.
Ti sottovaluti troppo!
Un abbraccio forte

bulldozer

p.s.: i dem stanno tornando da Venezia ma non so ancora nulla. Hai notizie?

Miranda ha detto...

E Vai! Forse nella notte sta spuntando qualche stella luminosa...
Riguardo alle tue paure tranquillizzati, sono quelle di molti di noi. L'importante è non farsi dominare, non prenderle a pretesto per escludere ed emarginare chi è diverso, per accettare leggi e provvedimenti razzisti ed intolleranti.