domenica 8 febbraio 2009

patate al forno e musica

Ieri sera febbricitante sono rientrata da fare la spesa e proprio in ultimo, mentre parcheggiavo l'auto mi sono imbattuta in un testo di una canzone di Jovanotti, ora se già le parole sono deliranti dovresti unirci la musica per godere per intero della struggevolezza dell'opera.
Ma, juvinot, vabbene che devi riempire un intero disco e immagino che ad un certo punto manchi l'ispirazione, ma questa veramente rasenta l'impossibile.
Ho anche dovuto fare uno sforzo per cercarti sul web, perchè l'imbrattatele non mi credeva.
Giudicate voi:

mi devo allontanare da te per vederti tutta intera
devo fare finta che non ci sei per scoprire che sei vera
questa sera la signora dell'albergo ha cucinato le patate
come le fai tu arrosto
un po' croccanti fuori e morbide nel cuore
proprio come le fai te... proprio
come te mangiandole mangiavo te come una comunione e son scappato via perché da
troppo amore non so respirare amore amore amore amore...

4 commenti:

Spinoza ha detto...

Come fai ad imbatterti in un testo di una canzone mentre parcheggi? Ti ha attraversato la strada? Ha tentato di fregarti il parcheggio? :)

Minu ha detto...

sta a vedere che spinoza è fan di juvinot....

Il Grande Favollo ha detto...

Se uno non ha niente da dire, escono cose come queste. Il delirio di onnipotenza artistica viene sostenuto de certi ascoltatori.Alcune persone, al Vittoriale, aspettavano per ore che D'Annunzio si affacciasse da una finestrella per dire frasi a kazzo. Forse Piero Ciampi non sarebbe stato capito ai giorni nostri...

Suysan ha detto...

Credo che sia come hai detto tu...doveva fare un tot numero di camzoni per riempire un cd e quello che usciva usciva tanto la canzone trainente era un'altra!