lunedì 2 febbraio 2009

grazie sì, grazie no


Terremoto in un vicino appartamento, ero quasi tentata di andare a suonare per suggerire di litigare piano, il mio sistema nervoso stava per sgretolarsi. Anche in questo momento urla, lei, grande capacità le sue corde vocali. Lui non si sente, temo che possa agire. Lei deve avere sorpreso lui in fragranza di reato, qualche volta il tradimento corre sul filo del telefono. Sicché i messaggi galeotti hanno fatto scoppiare una lite furibonda, ed io questa mattina ho arricchito il mio vocabolario di nuove parolacce.
Sono giorni che spio, quasi involontariamente, il comportamento delle coppie, io che coppia non sono più e certi giorni ringrazio il cielo (oggi) e certi altri no (sempre oggi).
Sono scesa prima dell’imbrattatele a ripulire l’auto dalla neve, c’era anche Marco, che oltre a pulire la sua ha pulito quella della moglie, seconda, tre figli in due matrimoni. Ho pensato che era un gesto molto affettuoso e che lo stava facendo con calma, quasi con amore.
Era talmente tanto l’amore che emanava che ne ho approfittato chiedendogli se poteva accompagnare anche mia figlia a scuola, l’ho chiesto sfoderando il mio miglior sorriso e lui con il suo infinito amore ha accettato sorridendomi, per forza sono le ultime settimane da condominio, tra breve assaporerà la vita da single house.
Qualche giorno prima ho spiato una coppia intenta nella spesa. Fianco a fianco vicino al banco carne confezionata. Giovani e belli entrambi. Lei ricorda a lui che il frigo è sufficientemente pieno e che lei per qualche giorno sarà fuori casa. Lui adocchia il polletto, lei intercetta, “vorrai mica mangiarti quell’intero pollo tutto da solo?”, lui alza le spalle, lei gli mette un piccolo pollo alla diavola tra le mani e gli dice con tono tedesco “sia ben chiaro, questo te lo cucini in terrazza sulla piastra, vorrai mica affumicarmi la cucina?”. Questo è un momento in cui ringrazio il cielo. Ora posso affumicarmi tutta la cucina senza sentire alcuna recriminazione.
Questo post vuole essere occasione per tornare a parlare di uomini e di donne...
Maria a noi ci fai un baffo!!!

18 commenti:

the muffin woman pat ha detto...

Quando si dice essere sintonizzati.
Questo gioco lo faccio spesso anche io.
Oggi per esempio ero all'ospedaletto infantile e ho spiato una coppia.
Mamma e figlia dormivano nel lettino. Il papà in adorazione. Mi sono venute le lacrime (minu se no lo sapessi io ho uno spiccato senso di Commozione)
Oppure osservo le coppie che fanno shopping. Lei nel camerino, lui fuori pieno di vestiti in mano che fissa il vuoto e quando si apre la tendina vedi il terrore nei suoi occhi "le devo dire che sta bene o che sta male??"
io apro la tenda e al massimo trovo la commessa che mi dice "le avevo detto due capi alla volta"
V_V

Il Grande Favollo ha detto...

Questo è un post che ho dedicato a mia moglie ( ci conosciamo da venti anni, siamo sposati da dieci, non abbiamo una lira da sempre)

La mia amante russa. Nella veglia del grumo di pensieri, odo, leggero, il lieve trombettio delle sue nari. Le amanti non dovrebbero russare. Le immagini perfette, anche di notte, ti accolgono nei desideri del proibito. Dopo l'amore, si addormentano senza rumori, fruscii. La mia amante è diversa. Lei russa, si muove, fa rumore, si attacca ai miei piedi, con i suoi, ha freddo. La mia amante odora di amante, non profuma di non detto. La mia amante invecchia insieme a me, non è statua o idolo infrangibile. Non è diamante senza graffio. La mia amante russa, è di questa terra, è di mare, sa di pane e olio. La terrei questa amante, nell'armadio, a cacciarla di nascosto, a sera, quando mia moglie dorme, tanto non si accorgerebbe di nulla, perchè russa.
Amiamo entrambi l'odore del pollo alla brace che affumica la casa.Mi piacerebbe visitassi il mio blog "Ortona non perdona". Grazie

Minu ha detto...

@ilgrandefavollo
figurati se mi perdevo la lettura dell'amante russa.. nel mio pomeriggio domenicale seminevoso ho fatto un giro tra i tuoi blog ed ho letto diversi tuoi post ;-)

ps anche io adoro il pollo, alla brace e non. Assaporarlo insieme a qualcuno lo rende ancora più gustoso! in casa mia anche zorba ne va pazzo

Minu ha detto...

bella l'immagine del pane e olio dell'amante russa... io potrei odorare di pane e pomodoro, se c'è qualcuno che sappia fare funzionare il mio video recorder e ama la bruschetta si faccia avanti ;-)

Suysan ha detto...

Parlare degli uomini e delle donne si...ma cercare di capire cosa fa funzionare una coppia è decisamente impossibile!!!

Nikka ha detto...

Brava Minu
parlare di uomini e donne è interessante ... come sempre
Ora penso qualcosa di interessante e non tanto compromettente da dire ;-)

Minu ha detto...

parte delle donnette si chiedeva qualche giorno fa, come mai, sempre più spesso, gli uomini non spendano alcuna energia nel sostenere le relazioni, di amicizia e di coppia. A me viene da pensare che non siano per nulla interessati alla relazione specifica, l'altra parte della parte delle donnette sosteneva che siano sostanzialmente pigri. Qualche altra teoria?
Formulo meglio, perchè l'uomo non si applica più come un tempo?
Il tempo delle serenate, delle poesie, dei fiori, degli inviti a cena, dei concerti...

Il Grande Favollo ha detto...

L'uomo è innamorato solo dell'innamorarsi , non dell'oggetto dell'amore. Si piace, mentre si prepara all'amore, mentre assapora l'incontro. Quando l'uomo ha terminato le prove del decathlon della conquista, si affloscia davanti ad una "solita" compagna. L'eroe vero è quello che mangia con te la minestrina tutte le sere. Gli uomini ormai fuggono, passando la loro vita a parlare delle donne che non hanno potuto avere. Mi scuso a nome della categoria di non poter offrire di più. Si potrebbe pensare alla creazione in laboratorio di un nuovo sesso, sostitutivo di quello maschile, che possa riavvicinare le donne all'innamoramento. Esperimenti sono in corso, ma se nei laboratori le equipe sono formate solo di uomini, nella logica sessista odierna, care signore, vi toccherà aspettare un pò...

Maurizio ha detto...

Anche un pollo può diventare la causa di una crisi di coppia.... alla faccia della teoria sulla carne bianca... sugli acidi grassi insaturi... sul colesterolo e sulla dieta mediterranea.... Io con mia moglie, però, ci ho litigato anche davanti ad una bruschetta....

Camu ha detto...

Stavolta sull'argomento passo....mi arrendo, depongo le armi, sti uomini non li capirò mai.

RED ha detto...

Io sposo in assoluto la teoria del buon romagnolo di Zelig ... l'uomo (maschio) ha un solo neurone: non è che possa proprio arrivare a fare tutto ?!?!?
Scherzi a parte (ps: ai 2 esponenti della categoria: non vogliatemene) ma sembra che esista un codice non scritto che accomuna tutti i maschietti della terra, ossia: vengo prima io e tutte le mie esigenze poi, se ho ancora energia, pensiamo al resto ...

Semalutia ha detto...

Sto con mio marito da dieci anni. E' sempre stato un uomo premuroso e continua ad esserlo. A volte lo vorrei più romantico, altre più di polso, altre più impulsivo. Poi però so che è perfetto per me così com'è. E' una gran persona, ce ne sono davvero poche come lui.
Soprattutto mi sta vicino sempre, anche quando sono sconvolta dall'influenza o dalla stanchezza, quando per cena c'è la minestra perchè non ho avuto voglia di cucinare, quando metto su qualche chilo di troppo o quando lo ammorbo con le mie paranoie.
Ci sono ancora uomini così, non so se forse noi donne siamo diventate talmente tanto esigenti che non riusciamo nemmeno più a vederli.

Camu ha detto...

Semalutia tientelo stretto questo marito mi raccomando.Per quanto mi riguarda giuro che se ne incontrassi uno così lo vedrei eccome se lo vedrei...ho fatto anche l'operazione per la miopia per vederci meglio..ma finora nulla, nebbia!!!

Miranda ha detto...

Dire che la colpa è dei maschi/uomini è un po' limitativo...(credo...)in fondo cosa offriamo loro? tette al silicone, paura d'ingrassare, paranoie per il pavimento lucidato e brontolii ininterrotti...a volte siamo pessime. Anche loro a volte sono pessimi: tre pomeriggi in palestra e poi non riescono a sollevare il coperchio della cesta dei panni sporchi (dentro, i calzini puzzolenti li dovete mettere, non SOPRA), alzano il volume della tv perchè li disturbi raccontando loro la tua giornata e quindi non riescono a sentire bene la telecronaca della partita (poveretti), commentano che ti sei ingrassata mentre le altre sono solo formose...
..ce ne vuole di pazienza da entrambe le parti...

Princi ha detto...

Anche io ho un uomo perfetto per me! Esistono ragazze, esistono!!!

Minu ha detto...

vero noi pessime, loro di più, noi li raggiungiamo e così via.
Di "pessimo" ce n'è in abbondanza in entrambi i sessi, male or female, è l'energia che manca loro a mio avviso, la voglia di mettersi in gioco. Forse solo all'inizio di un rapporto ne troviamo un pochino..
Una volta persa quell'energia è finita
Cosa è successo?
Il grande favollo ha dato la sua spiegazione, Maurizio si è tenuto sul vago.. qualcun altro vuole tentare di farci capire perchè?
Perchè il maschio del pollo deve arrendersi di fronte alla sua compagno, fatto salvo riempire di messaggi una terza donna?
Ho letto un bel post qualche giorno fa di woman pat, forse manca anche la voglia di mandarsi a fanculo per poi ricominciare a sorridere.
Un pochino più di grinta e potete ancora farcela a mio avviso

Maurizio ha detto...

Spesso non basta fanculizzarsi, e non dipende sempre dalla mancanza di grinta... A volte ci sono situazioni di "stanca" o, peggio, "ferite" che non possono essere recuperate... ed è anche inutile cercare il "colpevole", perchè, a guardarla fino in fondo, alla fine ci si accorge che si è sempre in due ad avere le responsabilità della fine o del "declino" di un rapporto...
Ci sono coppie nelle quali è possibile un recupero... altre nelle quali finisce e basta...
Forse le persone non crescono e non sono "disposte" a crescere sempre in modo "armonico"... e, comunque, in questa dimensione (quella dei rapporti umani) non è possibile generalizzare...
Ho fatto un discorso quasi serio... sarà la mancanza di sonno...

Minu ha detto...

@Maurizio
concordo sulla crescita armonica

@Semalutia
chiaro che siamo esigenti, d'altra parte siamo donnette e non soltanto donne, ovvio che ricerchiamo qualcosa di più ;-)