sabato 14 marzo 2009

Ancora in tema di commercio

Ieri concludevo con un "sì può sperare di più?"
Risposta affermativa.
Stamattina in modo del tutto improvvisato, Anna, Angela e naturalmente io, decidiamo di fare visita al nuovo produttore di caffè dell'Avigliana GAS. Chi ha memoria si ricorderà che di lui avevo già fatto menzione lo scorso mese. Peccato che non riesca a trasmettervi gli odori tramite il post, perchè gustereste l'aroma di un caffè tostato circa un'ora fa, un bel sacchettino di cartone regalo della torrefazione della piazza.
La sua bottega è proprio minima, all'interno di uno squallido centro commerciale di S. Antonino di Susa.
Lui è immensamente passionale.
La passione con la quale parla e lavora è altamente contagiosa, verrebbe voglia di togliersi la giacca, d'infilarsi uno dei suoi grembiuloni ed aiutarlo a versare i chicchi di caffè nell'imbutone della macchina tostatrice.
Oggi poi era particolarmente soddisfatto e curioso, stava provando della nuova legna da inserire nel forno ed era smanioso di conoscere la capacità di combustione.
Se solo penso al servizio di ieri delle iene sui panificatori napoletani, che usano il legno delle casse da morto come combustibile da ardere!
Ci usa come assaggiatrici, caffè appena tostato provenienza guatemala, leggermente amaro, sublime, gusto che rimane attaccato al palato. Continuo a fare passare la lingua sul palato per rinnovare l'aroma, spero non diventi un tic.
In un angolo del negozio la dedica scritta a mano dal papa tetesko, cosa rara rimarca Roberto, il papa raramente scrive a mano, il suo caffè deve averlo incantato a tal punto da indurlo ad usare la stilografica.
Ci racconta di quell'estate sotto i raggi della Liguria, la telefonata ricevuta sotto l'ombrellone, il segretario del papa polacco che gli rammentava di essersi dimenticato della fornitura del caffè nella località di vacanza valdostana. La commessa girata ad un amico con le dritte per la spedizione, che quasi pensava fosse uno scherzo, perchè Roberto è uno che non si è mai vantato, ma che adesso inizia a farlo, con discrezione e sottovoce.
Ci pone sotto il naso il caffè che williams scherzosamente definisce il caffè cacato, costo per 250 gr circa 500 euro, non abbiamo così tanti contanti dietro e Roberto continuerà a tenersi i due sacchettini di caffè cagato dai machachi o da non so bene quale altro animale, costo a tazzina circa 8 euro. Roberto si vanta di essere stato lui il talent scout di tale prelibatezza per l'Italia, noi gli crediamo, perchè Roberto è passione e credibilità.
Ancora una volta la nostra valle ci stupisce, piena di eccellenze.
Il nostro GAS sta cercando di raccoglierle tutte in un listino.

8 commenti:

the muffin woman pat ha detto...

so che non ha lo stesso aroma del caffe cacato, e che poco centra ma ecco perchè io preferisco mille volte il caffè fatto in casa da mamma, bevuto al tavolo della cucina, che quello del bar:)

Bonsarto, ha detto...

wow ... mi hai fatto venire un desiderio immenso di una tazzina come si deve! Poii, io, il caffè lo prendo amaro.
Ps. Bello incontrare la passione, indipendentemente dal perchè e dal per come...

Spinoza ha detto...

Con me, poi, sfondi una porta aperta.

Peccato per il riferimento al papa, mi ha tolto tutta la magia del caffè.

Pazienza.

RED ha detto...

acc ... e il mitico Nespresso con figone al seguito ??? guarda che se lo molli lo vado a consolare nel giro di poco ... ;)

Minu ha detto...

@all together
ebbene sì, oggi ho tradito le cialdine nespresso, vi garantisco che non c'è paragone, vince Roberto 10 a 2.
Nonostante tutto il figone della nespresso non posso proprio mollarlo, Red devi fartene una ragione.
Sì lo ammetto, sono io la graffittara che ha scritto sulla serranda del centro: SEI PIU' FIGO DI GEORGE CLOONEY, PRIMO O POI SARAI MIO
Individuato il bersaglio con cui condividere il cuscino, la prossima volta che andrò a prendere le cialde mi porterò il cuscino dietro, non potrà più resistermi!!!

Il Grande Favollo ha detto...

Ci sono poche cose che possono riportare alla madre terra: un mezzo toscano, un bicchiere di vino ed un caffè fatto con amore ( per me, rigorosamente amaro)

Mikim ha detto...

ciao minu! sei riuscita a far sentire il profumo di caffè buono fino a qui.... grazie.
Ti mando un bacino :)

Princi ha detto...

mmm ... il caffé!