giovedì 18 dicembre 2008

censura a palazzo!


Giunge voce che a palazzo abbiano oscurato il blog. Grande onore per le donnette.. disonore per la servitù.

Suggerimento: potreste chiedere l'aiuto dei loschi figuri

Prossimamente quarta parte del principe plumbeo, ci obbliga di fatto a sospendere quella della regina del mobbing al momento

stay tuned

13 commenti:

gianni ha detto...

Non posso proprio star zitta: parola di caterpillar.
Non potete pensare che, stando zitti, l'azienda possa favorirvi. Ricordatevi che, quando deciderà di sbattervi fuori (logicamente con tutte le scuse plausibili e l'accondiscendenza del sindacato che non prendere sicuramente le parti dei lavoratori) lo farà ... e come se lo farà!
Cercate di reagire ed ottenere DA SOLI tutto il possibile!
Sono con voi

Anna

Camu ha detto...

Come direbbe Red....puah....sempre i soliti piccoli di spirito!!!!ma ormai la macchina si è messa in moto e facciano quel che vogliono a noi non importa , acosto di usare i pizzini per far girare le nostre storie!!!!

minu ha detto...

a partire dal tardo pomeriggio, le visite alle donnette sono aumentate.
cari, carissimi principi plumbeo e danzante è inutile che mettiate un veto al blog, chi vuole ci visita lo stesso. così facendo lo sapete che ci indispettiamo e c'incavoliamo ancora di più. Non siamo come la servitù rimasta a palazzo, e quando parlo di palazzo parlo del palazzo in terra sabauda, non ci pieghiamo a 90°, non lo abbiamo mai fatto, volete che iniziamo proprio?
suvvia siate serie per favore!

minu ha detto...

in merito al commento sopra:
da leggersi .. volete che iniziamo proprio adesso?

sul siate serie rivolgendomi ai principi p. e d. mi è partito il femminile, ma forse non a caso

Patty ha detto...

non servono i pizzini, le vie di internet sono infinite!
Come diciamo sempre: hanno creato dei mostri ed ora i mostri si ribellano contro di loro.

Patty ha detto...

In questa "fantastica" azienda in ogni ufficio dei dirigenti c'era appeso un quadro con il seguente testo:

Quando un popolo divorato dalla sete di libertà si trova ad aver coppieri che gliene versano quanta ne vuole, fino ad ubriacarlo, accade che i governanti pronti ad esaudir le richieste dei sempre più esigenti sudditi vengano chiamati despoti. Accade che chi si dimostra disciplinato venga dipinto come un uomo senza carattere, un servo. Accade che il padre impaurito finisca col trattare i figli come i suoi pari e non è più rispettato, che il maestro non osi rimprovarare gli scolari e che questi si faccian beffe di lui, che i giovani pretendano gli stessi diritti dei vecchi e per non sembrar troppo severi i vecchi li accontentino. In tale clima di libertà, e in nome della medesima, non v’è più rispetto e riguardo per nessuno. E in mezzo a tanta licenza nasce, si sviluppa, una mala pianta: la tirannia
Platone

Camu ha detto...

aaaaah che chicca!!!! avevo dimenticato la citazione inquadrata in una cornice di finto oro zecchino!!!!!anche stavolta non avevano capito niente!!!!praticamente si stavano autocitando....e Platone non è che fosse poi così contento della tirannia!!!!

minu ha detto...

porcaccia, se io fossi uno di loro, rassegnerei le dimissioni e sparirei nella giungla.. dio che vergogna!
eh tu meravigliosa creatura, davvero non ti vergogni neanche un po'?

Camu ha detto...

siiiii...adesso...le dimissioni!!!parolona...non l'hanno mai fattto quando han fatto caz...te enormi vuoi che lo facciano ora?aspettano anche loro di farsi sbattere fuori ricoperti d'oro come la regina del mobbing!!!

minu ha detto...

c'è un elemento in più oggi, camu, sappiamo di essere seguite direttamente dalle sedi centrali. Sono ingenua forse?
Per stasera basta, domani abbiamo una riunione importante, dobbiamo riposarci e dormire. Un abbraccio a chi lo merita, calci in culo agli altri.
Minu

Princi ha detto...

Ragazze mie, parlate (scrivete) come se loro fossero dotati di quella sensibilità che neanche conoscono, i loro valori sono altri! Vigliacchi son coloro che si fanno abbagliare da quei "valori" e da essi vengono incatenati. Chi vuole seguirvi lo fa, anche anonimamente, e permette alle vostre storie di crescergli nel cuore! Iniziamo a riconoscerci sapete, gli occhi brillano sotto la maschera!

Semalutia ha detto...

Miseria! Ma dove lavorate in un gulag? Sono con voi, anche se non conosco bene la storia, mi sembra comunque che abbiate dei dirigenti assolutisti di fantozziana memoria. Tenete duro.

Camu ha detto...

Semalutia le donnette che ci lavoravano con i loro caratteri considerati di m....dai geni han sempre cercato di discernere il bene e il male fortunatamente!
Quelli che ci lavorano ora...bho?
Ma hai ragione quel posto ha sempre brillato per egocentrismo e assolutismo!!!