mercoledì 15 aprile 2009

Vauro

Ci hanno messo un po' di mesi ma alla fine ci sono riusciti.
Vauro è stato sospeso, è stato sospeso per una vignetta che a loro dire offendeva i morti. Vauro è stato sospeso e Bertolaso è ancora al suo posto.
Vauro è stato sospeso e la casa dello studente è crollata portandosi via vite di ragazzi giovani, chi pagherà per questo?
Intanto Vauro è stato sospeso.
Calderoli sfoggiava una maglietta con una vignetta offensiva che a momenti scatenava una guerra e siamo andati vicino all'incidente diplomatico, ed ora è ministro per la semplificazione normativa, intanto Vauro è stato sospeso.
Attaccano la satira, spezzano le matite, imbavagliano chi fa diversa informazione.
Spegneranno presto tutti i blog.
I telegiornali nazionalcomici sono inguardabili.
Le testate giornalistiche sono una la copia dell'altra, stessa impaginazione, stesso taglio.
Intanto Vauro è stato sospeso.

Si sono indispettiti per questa vignetta:o forse è questa che ha dato più fastidio?
o forse questa?A Vauro la solidarietà delle donnette parte prima e spero anche quella delle donnette parte seconda

7 commenti:

RED ha detto...

Sottoscrivo quanto hai detto: solidarietà a Vauro ... sospendono un vignettista satirico ... mi chiedo cosa faranno a quel giudice che, come al solito, non ha depositato gli atti entro i tempi (12 mesi) e, a causa di ciò, a breve verranno scarcerati 22 mafiosi ... MA CHE SCHIFO !!!

Il Grande Favollo ha detto...

Gentile Minu, in questa marasma di parole, di ricostruzioni lampo, di new town, di sicurezza, di finanziamenti, l'unica cosa che ho notato è lo sguardo dei miei paesani, degli aquilani. Loro sanno che non dovranno aspettarsi nulla e lo leggi nei loro occhi. Sanno già che, tra qualche mese, quando saranno finiti nella pagina degli interni, nei trafiletti, saranno soli e dovranno farcela. Non ho visto una sola scenata napoletana, non una sola donna strapparsi i capelli. Con dignità non hanno replicato alle seppur doverose promesse dei politici. La casa di mia zia, dei miei nonni, dove ho vissuto i momenti più belli della mia infanzia, della mia fanciullezza, oggi è stata dichiarata inagibile e dovrà essere abbattuta. Dopo la perdita della mia antica osteria nel borgo di Pennadomo, casa dei miei nonni paterni e di tutti quei fantasmi che hai potuto leggere nelle storie del mio blog, oggi sono un apolide, sono cittadino dell'aria, non ho più una storia che possa essere immortalata nell'angolo di pietra squadrata di un casato. Non ho interesse nè per Vauro nè per Berlusconi, amo la terra sotto i miei piedi, una terra che non sento più mia, ma mi è rimasto solo questo. Adesso...
PS Comunque Berlusconi/Nerone mi ha fatto sorridere.

Minu ha detto...

@ilgrandefavollo
la compostezza e dignità degli aquilani è stata una lezione per tutti, una carezza carica di umiltà e fierezza per tutti noi.
Non dimenticherò mai i tuoi compaesani, non li dimenticheremo mai. Leggendo i tuoi racconti, che tanto amo, le tue pietre, i tuoi alberi, i tuoi personaggi sono riuscita ad immaginarli. Continua a scrivere, Gianluca, strappali dalla tragedia e falli rivivere ancora, ancora e ancora.
Ti abbraccio.

Detto questo, penso che personaggi come Vauro, non debbano essere messi a tacere. La scrittura, la pittura, il disegno, la musica, il canto non devono essere sottoposti alla gogna della censura. Questo è il mio pensiere di una donnetta che crede nella democrazia

monteamaro ha detto...

Ciao Minu, le delusioni avute con l'ultimo governo Prodi, sono riuscite a collocare in cantina la mia residua Passione per la Politica.
Tutto ciò che può essere accostata per definizione ad essa, giornali, idee, inchieste, programmi, uomini, TUTTO, rigorosamente cestinato.
Eccezione per Anno Zero.
Assistendo all'ultima puntata però, per la prima volta, ho provato una sensazione vicina al disagio.
Alla fine ho spento la tv, dicendomi che forse c'era stato qualcosa di sbagliato.
Sbagliavo io?
Possibile, mi sembra giusto però, dirti le emozioni provate quella sera.
Con affetto e stima.

p.s. grazie ai blog scoperti da poco, ricomincio a "parlare di politica"...E' grave?

Princi ha detto...

mhm ... la linea di confine è molto sottile! E' vero che la vignetta non è da sospensione ma la battaglia che si cerca di portare avanti è fatta di equilibri delicatissimi! Voglio dire, io sono atea fino al midollo ma non mi permetto di bestemmiare perché so che a qualcuno da fastidio, potrebbe sentirsi insultato! Perché insultare per far valere le proprie ragioni? Perché abbiamo bisogno di esagerare? Per stupire? Hai ragione Minu nel dire che sono altri a dover essere puniti, ma abbiamo dato a Vespa l'occasione di dire che Santoro è un privilegiato (qualsiasi cosa si provi, ormai lo ha detto!)! Vauro si è fatto sospendere, accidenti, ha dato a "quelli" un'arma per metterlo a tacere! Vauro mi ha un po' delusa!

verifica parola: paured

Princi

Minu ha detto...

@montaamaro - @princi
anche io ho provato un senso di disagio, per la prima volta, guardando l'ultima puntata di annozero. L'ho guardata tutta, proprio tutta.
Mi è sembrata fuori luogo, almeno nei giorni successivi al terremoto.
Vauro? Non mi ha fatto ridere, tantomeno sorridere. Su certi argomenti occorre tacere. Ma da qui alla sospensione!
Se dovessimo sospendere tutti i politici per le cazzate che sparano il parlamento sarebbe deserto.
Tutto sommato non sarebbe una cattiva idea..
La libertà di espressione è libertà sempre, anche quando non si condivide il contenuto

Princi ha detto...

@Minu
sono d'accordo con te! Lo critico qui ma ha tutta la mia solidarietà! ;-)

Ho sentito della Gabanelli, solo voci, ma è vero che hanno fatto storie per il servizio delle social card???
Vado ad informarmi!!