giovedì 9 aprile 2009

per silviastro, dario e tutti quelli che siedono nelle comode poltrone del parlamento

Io scrivo, magari mi legge il silviastro o qualcuno a lui vicino.
In fondo qualche giorno fa le donnette sono state visitate dal server del senato della repubblica, quindi:

A voi che siedete sulle comode poltrone del parlamento. A voi che usate le parole come strumento di lavoro.
Le parole sono importanti.
Occorre ricordarlo quando si lanciano nell’aria. Io non ho la forza fisica per potere impugnare un'arma. Volessi uccidere con un coltello farei fatica, faccio fatica anche a fare un’iniezione. Occorre forza per procurare del dolore, per ferire.
Con le parole è tutto più facile.
A tutti, soprattutto a te che sei il premier della nazione, suggerisco, prima di parlare.. pensa.
Non puoi, non puoi e ancora non puoi suggerire a chi vive nelle tendopoli di considerare questi giorni come un week end al campeggio.
Dalla tua hai l’età. Nonostante i 35 anni che ti senti, ne hai quanti ne ha la mia mamma che ogni tanto straparla, esattamente come fai tu, la differenza è che la mia mamma non è premier di una nazione.
Ho pensato alle tue meravigliose residenze estive sparse su tutto il territorio italiano, fai che questi sfortunati cittadini italiani, anziché dormire sotto un telo, possano trascorrere questo periodo in una casa a 5 stelle.
Mentre scrivo ho pensato che magari lo avrai già fatto in silenzio, perché chi fa del bene lo fa in silenzio, ma non sarebbe da te.
Da uomo mediatico quale sei, avresti dato risalto ad un gesto così generoso.
E anche tu, segretario del partito dell’opposizione, che sottolinei di esserti recato in silenzio nelle zone terremotate, senza avvertire nessuno, perché alla sera hai divulgato su tutti i tiggì quello che avrebbe potuto essere un bel gesto di solidarietà?
A voi, votati dalla popolazione italiana, che paga faticosamente i vostri alti stipendi, dico:
le parole sono importanti, se proprio non ce la fate ad organizzare tutti i vostri pensieri, tacete.
Anche il silenzio è importante.
Anche.

8 commenti:

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Solo una parola: meraviglioso questo post, lo sottoscrivo interamente!

the muffin woman pat ha detto...

silvio deve aver dimenticato di dire quanto costa il campeggio però.
io sono senza parole.

RED ha detto...

senza parole ... solo un versaccio: BLEACH !

Princi ha detto...

@Minu
non avrei saputo esprimermi meglio! Sono d'accordo con Vincenzo!

Spinoza ha detto...

Ma la notizia è uscita anche sui giornali italiani? Io l'ho letta osolo sul Times...

La Gatta Con Gli Stivali ha detto...

solo una cosa: sei grande!!! Un abbraccio

gianni ed anna ha detto...

Non è che il terremoto è stato provocato per rilanciare l'edilizia e l'economia?
Spero non sia così ma, sicuramente, c'è già qualcuno che sta pensando alla ricostruzione come fonte di guadagno.
A loro, delle persone, non interessa nulla.
No comment.

Suysan ha detto...

Mai come in questo caso è giusto il detto che un silenzio vale più di mille parole....
condivido in pieno il tuo bel post