venerdì 3 ottobre 2008

la DA non cambierà mai, i sindacati neanche... però questa volta ci sono i cobas!

Il Sindacato dei Lavoratori dell’Industria Farmaceutica-Cobas Lavoro Privato (SLF-Cobas Lavoro Privato), è stato informato che numerosi preposti della società UCB avrebbero cercato di dissuadere i lavoratori alla partecipazione allo sciopero del giorno 3 ottobre 2008.
Si invita pertanto la Direzione Aziendale UCB a volere accertare se realmente si sono verificati i fatti segnalati e di volere tempestivamente e disciplinarmente intervenire verso quanti avessero commesso fatti illeciti.
Qualora ciò non dovesse avvenire, e quindi l’azienda dovesse essere corresponsabile di tali comportamenti, SLF-Cobas Lavoro Privato provvederà a denunciare la violazione dell’art. 28 della legge 300/70.
Inoltre, sembrerebbe che i preposti stiano effettuando pesanti pressioni sui lavoratori affinché presentino spontanee dimissioni.
SLF-Cobas Lavoro Privato invita la D.A. a verificare la veridicità dei fatti riferiti e, quindi, che ai lavoratori sia garantita ogni libertà di scelta.
02 ottobre 2008
Segreteria Nazionale

6 commenti:

ellysa ha detto...

Sto seguendo la vicenda sul sito "informatori"...
A quanto pare con i cobas di mezzo DA e sindacati avranno vita un po' più dura...
Anche se però noi per essere semplici donnette abbiamo saputo farci ascoltare coi dovuti mezzi!

camu ha detto...

Sicuramente ne siamo uscite abbastanza bene ma ti assicuro che si poteva fare sicuramente di più per farci ascoltare, l'esposizione mediatica non e' stata poi cosi' eclatante!!!!

RED ha detto...

Che amarezza ... sempre la solita vecchia storia ... il duo G&G anche stavolta avrà fatto il lavoro sporco ?

minu ha detto...

sì siamo state troppo morbide, anche io avrei voluto coinvolgere i cobas.. tuttavia abbiamo fatto tanto visto e considerato che a combattere siamo state solo noi che continuiamo a postare con regolarità sul blog

minu ha detto...

e di questo (grazie camu) cosa ne dite?

COMUNICATO SINDACALE 02/10/2008
Siamo indignati per il clima di confusione e destabilizzazione che i capi area stanno creando fra i colleghi in questa fase della trattativa.
Per il tipo di approccio messo in atto sono passibili di un articolo per attività antisindacale.
Chiediamo all’Azienda di fare chiarezza sui ruoli e di far rispettare la trattativa in atto fra le parti.
RSU
FEMCA CISL
FILCEA CGIL

Patty ha detto...

Mi chiedevo se la "Donna dell'anno" manterrà la sua nomination visto che i 200 che aveva sotto sono stati eliminati!
Ciao a tutte/i scusate per la mia lunga assenza dal blog ma ero in altre faccende affacendata ma ho sempre letto tutto.
Patty