lunedì 22 giugno 2009

Tutti i sensi meno uno puntati sul nuovo direttore del tiggì uno

Distrattamente questa sera cenando seguivo le notizie del tiggì uno, unico tiggì ancora accreditato in casa minu, nel senso che è rimasto il meno peggio per la minu. Spalle alla tv, l'imbrattatele e fichi&uova sparite dopo la frutta.
Resto sola con la mia fetta d'anguria.
Poi lui. Una voce nuova.
Un monologo sulle scelte editoriali del tiggì.
Mi vengono i brividi.
Non riuscivo a seguire il contenuto, l'ho fatto poco fa consultando il tiggì on line.
Lui è Augusto Minzolini, successore del Riotta.
Ci vuole poco, circa due minuti di monologo per capire quale forza debba ringraziare per occupare quella poltrona.
Ho fatto una ricerca in internet ed ho trovato un suo articolo sul silviastro, risale al 2007. Se non avete altro da fare dategli una lettura, puntate l'attenzione al tenore delle domande da lui rivolte al silviastro appunto.
Io dico solo.. teniamo gli occhi puntati sulla sua pelata.
Ne sentiremo delle belle.
Anzi... temo che il tiggì uno diventerà copia del tiggì di Rossella, quello che evitavo come la peste.

8 commenti:

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Nella situazione data, se non si smarca dal suo padrone, e abbastanza in fretta, finirà male anche al Minzolini di turno

Minu ha detto...

Leggo ora, sulle principali testate dei quotidiani, delle polemiche relative alle scelte di Minzolini. Fino a poche ore fa non sapevo neanche chi fosse. Da quando ceniamo sul terrazzo l'informazione che passa dai tiggì non ci arriva. Stasera, con la bassa temperatura dovuta al temporale, ho scoperto dell'esistenza del successore di Riotta. Un bel tempismo.. proprio nel giorno in cui è stato convocato dalla direzione generale di RAI 1.
Sono sorpresa e nel contempo lieta di sapere che ho ancora le antenne ben sintonizzate

Lu ha detto...

Che dire...? E' un grande! Addirittura ho saputo da alcuni "rumours" che Minzolini era il capellone tastierista dei Bee Hive..si è rapato a zero per non peccare di presunzione di fronte al Cavalier Crescìna..

Ciao Minu..

Pietro ha detto...

stessa sensazione, e ppoi le domande da autentico addetto stampa

Semalutia ha detto...

Minu, ieri sono rabbrividita anch'io...non riuscivo bene a capire...poi ho capito. Che pena, che patetico! Arrampicatore di specchi professionista. Emulo del pessimo Rossella. Le stesse ridicole frasi che ha speso per difendere Berlusca se le deve ricordare anche per tutti gli altri, chiunque siano. Così il suo telegiornale non darà più nemmeno una notizia perchè tutto è "gossip" prima che venga accertata giuridicamente la verità dei fatti.
Che schifo.

Semalutia ha detto...

Leggetevi questo! Sapete come viene chiamato nel suo settore, il nostro Minzolini? Augusto "Pinocchiett" Minzolini! Il che è tutto dire!!

http://www.giornalettismo.com/archives/26841/minzolini-tg1-mills-berlusconi/

Minu ha detto...

@Semalutia
la tua segnalazione è una chicca, grazie!

Miranda ha detto...

Tre giorni di censura, poi diversi minuti per difendere e giustificare le proprie scelte editoriali. Ingiustificabili. Perchè omettere (censurare?) notizie non è una scelta neutra nè neutrale. E' assolutamente una scelta di parte. Di quella parte. Non si voleva influeire sulle elezioni? Beh, ma come si può votare in modo libero e consapevole se non si è informati? Che voto può essere? Per generica simpatia? Per rare capacità di preveggenza sulle future azioni di chi verrà scelto? Si ignorano volutamente i diritti di chi paga il canone.
NOn condivido nè le scelte editoriali nè le modalità, nè tantomeno i tempi di minzolini.
Ma questo ci tocca...E NOI PAGHIAMO!