martedì 20 aprile 2010

Quote rosa anche in valle: consulta anziani

Ho un potere che non tutti hanno.
Ho il potere di trovarmi invischiata sempre in situazioni che non mi competono minimamente. Ieri l'apoteosi.
Antefatto: la mia anziana genitrice mi telefona tutta eccitata ed euforica, la primavera stuzzica la sua voglia di evasione verso terre lontane ed esotiche: la riviera romagnola.
Mi rapporta sul colloquio telefonico appena concluso da parte dell'ufficio cultura dell'amministrazione della nostra bella cittadina, che chiede la sua disponibilità ad intervenire ad un incontro in sala consiliare per discutere del prossimo soggiorno marino.
Deve essere stata la somma di parole come "cultura, incontro, consiliare, marino" che ha fatto scattare l'euforia di donna Luisita.
Ora, resta il fatto che: la sala consiliare è difficilmente raggiungibile da un anziano che abbia qualsivoglia problema di deambulazione, essendo posizionato nella parte più alta del nostro caratteristico centro storico, le cui strade presentano un'antichissima pavimentazione di sanpietrini ed in alcuni punti, ammassi di pietre dalla forma arrotondata e/o appuntita, che nella stagione invernale, ricoperte di ghiaccio, il percorrerle è l'opposto del camminare sui carboni ardenti, ancor più per la loro pendenza o discesa, a seconda della direzione intrapresa.
Ragion per cui ho accompagnato Luisita in auto e su sua richiesta ho preso parte a tutta la riunione.
Presenti 21 anziani su una popolazione di circa 15mila persone, ovvero partecipazione popolare.
Pochi ma rappresentativi, donna Luisita era tra le più moderate e questo è tutto dire.
Qualche minuto di acclimatizzazione per capire che ci siamo ritrovate nel bel mezzo del rinnovo del direttivo della consulta del gruppo anziani.
Donne eleggibili UNA, solita vecchia storia.
Donne presenti circa la metà dei ventuno partecipanti, gira e tuira esce fuori un altro nominativo rosa eleggibile et voilà alle votazioni, prendo parte.. non sono anziana ma mi hanno messo tra le mani biro e scheda ed allora mi ci ficco nella mischia e divento sobillatrice.
Le donnette intorno a me chiedono consiglio, sono scatenate.
Le indirizzo verso la quota rosa, si unisce qualche maschietto alla consulta ed alla fine verrà votata con 17 preferenze il nominativo con il fiocco rosa, con applauso scrosciante-
Infine la scelta della località marina.
Il giovane e bel assessore delle politiche sociali spiega i criteri di scelta: quindici giorni nord-centro italia, prezzo considerato totale tra i 460 e i 510 euro, al di sotto si rischia di trovare alberghi troppo scadenti, al di sopra il budget comunale non lo consente.
Sono state inviate le richieste a tutte le località marine nord e centro italia, solo 40 alberghi hanno risposto, tutti concentrati a Rivazzurra e Riccione.
Brusio in sala, Riccione.. riccione.. riccione, è un passaparola.
A Riccione non ci sono mai stati prima, qualcuno dice che c'è vita, bei negozi, bella località, di Rivazzurra ne hanno piene le tasche.
Una sola voce fuori dal coro: "scusate, perchè no la Liguria e il mese di giugno? La riviera romagnola è troppo distante, settembre non sempre è caldo e poi c'è troppa umidità, io ogni anno torno a casa con la bronchite.. io in romagna non ci vengo, scordatevi la mia partecipazione!"
E' perentorio, ostinantamente determinato, termina il suo intervento imbronciato ed offeso.
Ri-brusio, il bel assessore spiega che non è giunta risposta da nessuno dei comuni della Liguria, chiede al nuovo direttivo di lavorare sul soggiorno marino 2011, chissà che non si riesca a trovare un alberghetto decente anche nella vicina Liguria.
Inizio delle votazioni per alzata di mano, vince Rivazzurra con un distacco incisivo.
Ed è la rissa. I votanti si guardano l'un l'altro.. chi chi chi non ha votato per Riccione?
Si ricontano i voti.. e i conti non tornano.
21 partecipanti per un totale di circa 50 voti.
La scelta era su sette alberghi, dei quali è stata mostrata fotografia e caratteristiche, dei quali sei di Rivazzurra e uno di Riccione.
I partecipanti per alzata di mano hanno votato uno o più alberghi.
Annullata la votazione, nuova votazione tra l'albergo che ha ottenuto più voti di Rivazzurra e quello di Riccione.
Chi vota per Riccione?
E la prima mano alzata con tanto di io, io, io è stata quella del partecipante ostinatamente determinato ed imbronciato.
Beata coerenza.
Donna Luisita è al settimo cielo: ha preso parte per la prima volta ad un rinnovo di un direttivo ed ha deciso democraticamente la meta esotica per la sua estate 2010.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Troppo forti!!!!!!

bull...dozer

Wilma ha detto...

Anche mia madre si chiama Luisa! Che donne! Ma perchè non avete pensato anche alla nostra Versilia??!

RED ha detto...

Fortissima ... penso a te nella riunione degli over scatenati e mi scappa un sorriso ... ;)