mercoledì 13 ottobre 2010

bulinicamente vostra, minu

L'ho sentito due settimane fa.
L'ho conosciuto circa due mesi fa.
Ha una voce allegra, profonda, è felice ed ama, profondamente.
E' bello, molto, è solo fichi.
Si è affezionato alle donnette e alla minu-donnetta nonchè collega, meglio ex collega.
Dolcemente mi ha chiesto di scrivere due righe, almeno due, per dire ai lettori, lui compreso che non li sto trascurando, sono in attesa, sospesa, vivo nel mondo e fuori dal mondo, sospesa appunto, latito spiando, ogni tanto mi affaccio al tendone rosso del palco per spiarvi.
La lu musica mi tiene compagnia, ascoltarla mi riporta a voi, a tutti voi, soprattutto a Lu, alla sua stima che ancora oggi non credo di meritare, ma tantè, l'affetto è affetto e spesso viene ricambiato.
Cammino, a passo spedito, piena di pensieri, canticchiando motivetti.
Ho intrecciato amicizie, sono andata a trovare Estella e le sue splendide figlie, la sua amica Daghi e tante altre belle persone.
Mi ha fatta sentire speciale, mentre speciale è lei e la sua allegria.
Ho fame. Ho fame d'informazione, di cultura, di sapere e di affetto, che poco ci azzecca con l'informazione, con la cultura, eppure non chiedetemi perchè, sapere e affetto secondo la minu vanno a braccetto.
Maledettamente fame.
Ho poco tempo per cibarmi, leggo di tutto, cerco di leggere di tutto: manifesti pubblicitari o informativi, mozziconi di articoli, salto le righe cercando di arrivare in fondo più in fretta possibile, è come una bulimia la mia, bocconi d'informazione, sono più le briciole che cadono a terra che il cibo che ingurgito.
Come gli affetti appunto.
Avrei voglia di cibarmi di Princi, è ancora in definire il viaggio su Milano.
Lu e il festival jazz ormai passato da mesi.
Avrei voglia di cibarmi dell'allegria contagiosa della muffin woman pat.
Di calpestare le foglie del valentino con il critico musicale delle donnette, di discutere della triade folle del giornale con il fuggitivo.
Di ubriacarmi con Red, Patty e Camu.
Di organizzare il tour delle donnette per abbracciare le splendide donne di nosexnocity.
Intanto le giornate passano, veloci, frenetiche.
Neanche il tempo di soffermarmi sulle pazzie dei quattordici anni dell'imbrattele, sulla dolcezza di fichi&uova.
Ho tanti post in testa, scrivo mentre viaggio, mentalmente.
Arrivo a casa e non trovo più niente, pensieri cancellati mentre salgo le scale.
Mah.
Tornando a solofichi, cià ragione, occorre che mi scusi, non vi sto trascurando, semplicemente e a volte faticosamente vivo, bulinicamente vostra.
Minu

8 commenti:

Lu ha detto...

Minu bella (da leggere con la voce Tigro, quando fa "Pooh bello!") , che succede? Ho capito male, o ti stai innamorando? Se così fosse, ti abbraccio davvero felice per questa novità - e l'abbraccio non sarebbe solo da parte mia...
Che dire? Sono io che sono onorato della tua stima, onorato che tu abbia una tale impressione di me sempre "intonsa"; mi sei sempre piaciuta molto e non l'ho mai nascosto (mi sembra chiara la natura amicale della dichiarazione!). Dovremo vederci, prima o poi, tutti e tre: chissà se finiremmo a canticchiare qualcosa! La Lu musica ormai comincia ad essere un po' passatella, credo; presto vedrò di fare una nuova raccolta e te la passerò (a te e a chiunque sia interessato).
Iersera Ale tornava da Firenze, andandola a prendere a Porta Susa abbiamo visto un gruppo di gente attiva sotto l'egida "No Tav"; abbiam buttato l'occhio per vedere se fossi lì e non t'abbiam vista.
Ma ti nominiamo in continuazione, ricordiamo te e le ragazze, con un affetto ed una stima che a raccontarla non ci si riuscirebbe.
Ale ed io siamo sempre un nucleo di tenerezza e nitido stupore incandescente, e a volte ci meraviglia anche considerare che il nostro amore non condizioni la gravità di tutti i pianeti della nostra così preziosa galassia. Ci fa un po' specie riconoscere che l'affetto non basta a superare gli impedimenti del vivere quotidiano. Ma sappiamo anche che queste orbite speciali possono sempre essere forzate a collidere, facendo del gran bene - anzichè disastri cosmici.
Dobbiamo vederci, devi raccontarci queste novità, questa bulimia di vita, questa splendida avidità di conoscenza così come lo hai scritto ed anche di più.

Ti abbraccio, anche per Ale a cui piaci così tanto...

Lu ha detto...

P.S. Rileggendo il post, temo d'aver travisato (come si fa col vino quando si passa nel pappagallo )... Nel caso mi prostro chiedendo perdono!
Cia'! ;-)

Minu ha detto...

Eh si, Lu hai travisato come si fa col vino quando si passa nel pappagallo (splendida.. rido ancora adesso!)
Non sono innamorata e rileggendo il post di questa mattina effettivamente le prime righe potrebbero dare questa impressione.
Solofichi è straodinario nel suo entusiasmo, lo è ancor più da quando è nato il suo piccolo homo-sanu, si sorride estasiate della sua gioia e si vorrebbe provare anche solo un decimo del suo benessere.
La vostra Minu al contrario è stravolta, vorrebbe cimentarsi in mille acrobazie, ma ha l'energia di un bradipo e questo la fa soffrire enormemente.
Lu l'immagine che dai del vostro amore è superba! ..."ci meraviglia anche considerare che il nostro amore non condizioni la gravità di tutti i pianeti della nostra così preziosa galassia.." E poi non dovrei volerti bene???? Ti, vi abbraccio, ma proprio forte forte neh!!!

RED ha detto...

... per quanto riguarda l'ubriacatura ... non hai che da fare un fischio !!!! ;) ... quando vuoi !!!
ciau
Red

Princi ha detto...

Minu ... finalmente! ogni giorno vengo a sbirciare, faccio congetture, aspetto ... anche il mio dolce principe chiede di te!
felice di leggerti, tanto! le parole che sono i tuoi occhi e il tuo sorriso mi scaldano il cuore, mi rubano una lacrimuccia che si affaccia. che voglia di incontrarti e raccontarti in quel modo che mi piace tanto, due tre racconti insieme ma in realtà uno solo che veicola affetto ... e l'orgoglio di esserti amica. a presto cara Minu, un abbraccio forte forte aspettando il prossimo incontro

Minu ha detto...

@RED
Prima che la neve cada occorre una rimpatriata

Minu ha detto...

@PRINCI
Ciao dolce Princi, porta pazienza. Questo nuovo lavoro e l'inizio della scuola dell'imbrattatele e di f&u mi stanno costringendo a dei ritmi di vita frenetici, troppo per la minu. Non appena rallento arrivo, ci sto già provando. Ti abbraccio con lo stesso orgoglio. Grazie con tante eeee

ps) quando penso a te penso anche al tuo principe innamorato neh!?!

Miranda ha detto...

In effetti, sì ce l'eravamo chiesto anche noi davanti ad un caffè con pasticcini durante il conseto incontro in una domenica un po' piovigginosa che fine avevi fatto.
Ma non sai come ti capisco; a volte la vita scappa via così velocemente, e noi siamo così affaticati che tenere il passo diventa impresa impossibile. Qualcosa resta indietro, è inevitabile.
Cmq tra le tante congetture fatte dalle donnette di nosexnocity io ho azzardato che, essendo in prima media, abbiamo troppi compiti da fare. ;-)
Sempre bentrovata