sabato 6 marzo 2010

giustizia è stata fatta, le donnette di pianezza brindano


La Principi&co spa è stata decapitata.
Il principe danzante è stato messo al confino, travolto da un insolito destino a causa della sua virile mascolinità latina esasperata dal delirio di onnipotenza.
Insomma è stata tutta questione di PIU’ PILU per lui.
Uno stuolo di femmine arrabbiate lo ha spinto nel girone infernale dei lussuriosi, lasciandolo di fatto senza lavoro.
Ci chiediamo se si aprirà una procedura di mobilità con l’intervento del sindacato e conseguente buonuscita ovviamente milionaria anche per lui oppure se uscirà senza alcun paracadute con conseguente sfracellamento al suolo, come peraltro ci siamo sempre augurate noi donnette!!???
Del resto noi, donnette di pianezza, siamo note per le ripetute minacce di morte nei suoi confronti, come da dichiarazioni rilasciate durante la sua (finalmente) ultima riunione di Natale.
Così lui ha motivato il trasferimento su Milano della sede, adducendolo alla facinorosità delle donnette.
Quelle donnette che hanno pagato sulla propria pelle il prezzo di un trasferimento che nulla aveva a che fare con questione aziendali, ma solo personali.
E nel mentre l’azienda acquisiva per incorporazione la filiale italiana di una multinazionale farmaceutica tedesca, vendeva i locali di pianezza proprio sotto gli occhi del personale che per anni ha fatto crescere il fatturato.
E in quello stesso mentre, con le lotte sindacali in corso, la dirigenza festeggiava ora a Taormina in barca a vela, ora a Mantova ammirando il Mantegna, ora a Verona con posti d’onore all’arena, ora a Parigi tifando la finale degli europei di basket e ancora sugli sci a Cortina.
Rigorosamente in hotel a cinque stelle, in suite di gran lusso.
Il tutto aveva una motivazione ufficiale, la dirigenza infatti capeggiata dal principe danzante, partecipava a dei corsi di formazione che avevano lo scopo di aiutarli a superare meglio il periodo di transizione, ovvero da Pianezza a Milano in meno di un anno, cercando di essere meno trasparenti possibili.
Ma torniamo ad oggi, alle ultime ore, alla cronaca.
Sappiamo oggi, per certo, che il principe danzante ha cercato di insidiare le grazie delle risorse interne ma non solo.. non trovando soddisfazione ha sfogato i suoi istinti primordiali, facendo girare l’economia, ovviamente non con soldi propri, ma usando i denari del reame.
Se si sia limitato alle escort o sia passato ai trans non c’è dato di sapere, ma potremo svelare questo mistero soltanto dopo che saranno rese note le analisi svolte sul suo computer, preso in ostaggio dalla Gran Famiglia Imperiale d’oltralpe.
Sì signori perché chi sta accertando sugli illeciti di questo dirigente senza scrupoli è la presidenza della casa madre.
Ma gli scandali non vengono mai da soli.
Questa smania di fare girare l’economia perpetrata dal principe danzante è stata resa possibile dalla complicità compiacente del principe unto, campione imbattuto della “nobile” arte di nascondere la polvere sotto il tappeto e gli scheletri negli armadi.
Anche per lui, custode dei dinari del reame, l’uscio è sempre più vicino.
Noi donnette lo abbiamo sempre saputo e gridato, anche scrivendolo direttamente in Belgio.
Ieri è stata fatta loro giustizia, restano a disposizione delle autorità imperiali, qualora volessero approfondire qualche aspetto ancora celato nell’ombra.
Un unico suggerimento per la corte reale, sappiamo anche che il principe danzante ha chiesto una forte buonuscita, non gliela concedete, non potete tradire così chi ancora oggi è per strada grazie ai suoi intrallazzi, a chi ancora si ritrova a mendicare a mesi alterni (se gli va bene) un posto di lavoro, a chi sopporta ogni giorno ogni genere di umiliazione.
E’ con voi lettori delle donnette, che pazientemente e curiosamente ci avete seguite in questi anni, che vogliamo alzare il nostro calice per un allegro brindisi.
Concludiamo usando le stesse parole con le quali il principe danzante si è presentato a noi:
LA VITA E’ UN TANGO.. E VA BALLATO

22 commenti:

Lu ha detto...

ahahhahahahhahaha...meraviglioso!! Prendiamo anche noi un calice al volo e brindiamo con voi!! Ma che belle notizie! E vai!!
...E mo' che se lo balli tutto, 'sto tango... ;->

Anonimo ha detto...

Alzo il bicchiere e bevo, anche se sono astemia, alla faccia sua.
Che si possa trovare nella stessa situazione in cui ha fatto ricadere famiglie inermi che, per anni, hanno fatto crescere l'azienda.
Le stesse, sebbene monoreddito, si trovano a dover elemosinare un posto di lavoro per mantenere i propri figli.

bull...dozer

RED ha detto...

Gran giorno, quello di ieri, seguito da una gran serata !
Alla Gran famiglia reale possiamo solo dire "Noi ve lo avevamo detto ..."
p.s. spero che il principe danzante si sfracelli nel caschè ! ;)

Camu ha detto...

Ma quanto sono addolorata!!!!!!!!tanto che non so cosa fare prima se scrivere agli imperatori d'oltralpe per dire che noi siamo a ESPOSIZIONE per qualsiasi cosa, vedi mai che manca loro qualche passaggio; se dare una mano a scrivere i nuovi curricula ai cacciati e futuri cacciati(il mondo del lavoro alla fine è mooolto piccolo e sai le referenze servono sempre!!!)La buonuscita?un calcio nel didietro altro che buonuscita!!!nè a lui nè all'unto!!!!gli facciano tirare fuori i soldi dei loro lauti stipendi rubati di tutti questi anni a sti incapaci!!!!Non devono più tirare su la testa dalla vergogna!!!!nè loro che chi a dato loro una mano a sfaciare tutto che magari ancora se la ride su qualche cadreghino piemontese, lombardo e d'oltralpe!!!!!che sudisfasiun..però...!!!!hi hi...speriamo che il domino continui!!!

Minu ha detto...

ahhh questi extr comunitari!!! sì perchè il principe danzante è argentino,borghezio, vedi un po' te.
Sti leghisti, quante volte glielo abbiamo suggerito di venire a mettere un banchetto al di fuori dello stabilimento?!?

Minu ha detto...

@LU
condividere con te, con i lettori delle donnette, con chi semplicemente è di passaggio è ENTUSIASMANTE.
Questa è una storia a lieto fine (speriamo perchè certa gentaglia potrebbe cadere in piedi) ma ha un retrogusto molto amaro.
Però... oggi almeno, assaporiamo il gusto della vittoria.
Hasta siempre

Spinoza ha detto...

Mah speriamo guarda. Dopo quello che è successo stanotte al quirinale non mi aspetto più niente dall'italia, anzi, solo il peggio.

Patty ha detto...

ed al tango rispondiamo con un valzer

Libiamo ne' lieti calici,
che la belleza infiora;
e la fuggevol ora
s'inebrii a voluttà.
Libiam ne' dolci fremiti
che suscita l'amore,
poiché quell'occhio al core
Onnipotente va.
Libiamo, amore fra i calici
più caldi baci avrà.

monteamaro ha detto...

In effetti cara Minu, è come se fossimo "parte in causa," tanto ne siamo stati coinvolti.
Allora associarsi al brindisi oltre che d'obbligo, è un piacere!
Mi tocca un pensierino per il principe: Non disperi egregio principe che, un Pupo e un Sanremo, non si nega a nessuno!

Minu ha detto...

@Monteamaro
Splendida la tua chiosa.. oddio il prossimo anno ci toccherà sorbircelo a san remo, a meno che la lega non metta un veto di partecipazione agli extracomunitari, sopattutto quelli che provengono dal sud america

Princi ha detto...

Il mio desiderio è che se ne torni a casa sua e non si faccia mai più vedere!!
Un altro desiderio è che, uno ad uno, vengano tutti smascherati, presuntuosi incompetenti!

Bé, ovviamente a suon di musica!!

RED ha detto...

... considerata la provenienza e la passione per il tango ... potremmo ritrovarcelo (oltre a san remo) anche a ballando con le stelle ... o con le stalle .... MAH ! ;)

sirio ha detto...

Ma bene, una lezione che ci voleva!
Purtroppo i danni che quella persona ha provocato allora non sono riparabili, resta la soddisfazione morale.
E' una vittoria, giusto per rivivere nel modo giusto la ricorrenza di domani!

Ciao.

Wilma ha detto...

Brindo con enorme piacere!Queste sono le notizie che vogliamo avere...Un forte, fortissimo abbraccio.

il cuoco ha detto...

Alzo in alto il calice.. anche se astemio...
sperando che al principe si versi lo champagne sopra il mantello reale.
Ciao

Carlo ha detto...

come amico di Red ho seguito la vicenda e non posso che mandare un abbraccio alle donnette di Pianezza e, se permettono, sedermi sulla riva del fiume con loro mentre guardano passare il cadavere...
noto che il principe danzante ha applicato quei semplici principi che hanno assassinato l'economia (quella americana in particolare). non sorprende, in fondo la logica dietro lo spostamento a milano era una logica del "parte del corpo usata con escort"... chi di ago ferisce, di ago perisce (perdonate la mancanza di eleganza, ma "spada" sembrava eccessivo)

Minu ha detto...

@Carlo
Onorata della tua visita. Benvenuto sulla riva di questo fiume, la sponda è un tantino affollata, ma se ci stringiamo un tantino c'è posto anche per te!

Minu ha detto...

@Sirio, Wilma, il cuoco
CIN CIN

Annachiara ha detto...

Sono molto contenta per la soddisfazione che vi siete prese. In questo momento direi che la vita potrebbe essere un calice e come tale va bevuta! In bocca al lupo!

Miranda ha detto...

Che storia meschina, quante ingiustizie! Ditemi ma quand'è che il mondo ha iniziato a diventare così squallido? o lo è sempre stato ed io non me ne accorgevo? Che se ne vadano al diavolo! Anzi meglio sarebbe in galera che è il posto loro per tutto il male GRATUITO fatto.
Brindo anch'io ma la rabbia non passa, si astiene solo momentaneamente.

Anonimo ha detto...

gioisco per voi. nel frattempo attendo il repulisti nella dirigenza della mia ex ditta... sono qui sul fiume e attendo....

Minu ha detto...

mai come in questo periodo la sponda del fiume fu così popolata