mercoledì 10 febbraio 2010

neanche al mio peggior nemico

Grazie per la solidarietà, a tutti senza alcuna distinzione.
A chi ha commentato e a chi è passato, ha letto e non ha trovato parole da lasciare.
Intanto i licenziamenti fioccano come la neve di questo lungo inverno.
Oggi avrei voluto piangere, ho anche iniziato a farlo, poi ho ricacciato le lacrime a fatica.
Due considerazioni.
La prima è la dignità assoluta dei due uomini che hanno ricevuto la lettera di licenziamento, non una parola, non una recriminazione, nulla di nulla.
Una firma e via.
La seconda è la festa che ne è seguita, i balletti e i sorrisi della strega e della figlia dell'imprenditore delle mie balle, la soddisfazione del consulente e del titolare.
Avrei voluto a questo punto piangere più forte.
Invece sono rimasta al mio posto, incapace di muovermi, di pensare, di rispondere al telefono.
Siamo in guerra ed è una guerra che pochi hanno il coraggio di combattere.
Una guerra che fa ostaggi neanche recalcitranti, ostaggi sfiniti che si consegnano al nemico alzando semplicemente le braccia.
Intanto in officina si è continuato a lavorare, come se nulla stesse succedendo.
Stasera ho ricevuto la telefonata dell'agenzia interinale che mi ha a libro paga e alla quale mi sono rivolta lunedì sera.
Dicono di stare lavorando su una lista di clienti ai quali propormi.
Dovevo proprio essere sconvolta lunedì.
Ho raccontato loro di una guerra e stanno cercando di togliermi dalla trincea.
Che fatica ragazzi... non la auguro neanche al mio peggior nemico.
Intanto qualcosa di bello sta accadendo e le mie bambine mi riempiono di sorrisi.

21 commenti:

Camu ha detto...

Noo però due paroline a sti inetti prima di andartene devi dirle!!!!!!!!!!Togliti sta soddisfazione....aveva ragione un conoscente di famiglia ex carabiniere quando diceva: tante volte è meglio un delinquente intelligente che un incensurato ingnorante!!!!!!!!!!....i tuoi datori di lavoro sono la bandiera dell'ignoranza!!!!!!!

Camu ha detto...

OPS..volevo scrivere ignorante non ingnorante sorry sorry!!!!è che ero presa dal disgusto!!!

Princi ha detto...

Io invece apprezzo la "firma e via!", sono dell'idea che questi inetti non meritano di essere insultati. Brutti schifosi, i balletti mi ricordano tanto le feste post "sforbiciate" per dire che l'azienda era/è/sarà sana!

Brava Minu, grande donnetta doc, ricordati sempre che non sei sola.
Io tengo le dita incrociate per il bello che fa sorridere le tue bimbe!
un sorriso :-) anche da noi ...

Spinoza ha detto...

Che sconforto che mi prende... pensando soprattutto che sono disoccupato da 1 mese...

Minu ha detto...

@Spinoza
forza, dammi la mano, non lasciarti prendere dallo sconforto. Dalla rabbia sì, quella aiuta a combattere. Un bacio al dolce astronomo conosciuto in una Torino assolata di qualche mese fa

Minu ha detto...

@Camu
ma quanto avevi ragione quando mi ostinavo a pensarle delle belle persone

Minu ha detto...

@Princi
Per un verso hai ragione, oltretutto questi non sono proprio in grado di ragionare nè con il cuore nè con la mente. Non mi capirebbero.. ma non è detto che scandendo bene le parole possano capirmi, magari non tutto, ma una parte di sicuro

monteamaro ha detto...

Ah, quei bei cortei "interni" durante gli scioperi anni 70!
E i grandi dirigenti barricati negli uffici, sembra archeologia, ma si sà, tutto si replica...speriamo presto.
In bocca al lupo Minu!

Lu ha detto...

Minu,
anche a me mancano le parole. Sappi però che sono molto dispiaciuto, come se fossi davvero di casa. Leggendo tutto questo, e ben sapendo il tuo valore morale e la tua capacità d'ironia, pensavo che se ne avessimo parlato a quattrocchi avremmo sorriso di questo: http://www.youtube.com/watch?v=EttbP8q-DIs

Tienici aggiornata, Minu, e resisti!
P.S. Credo che dovrò mandarti una mail, al più presto.
A poi!

Anonimo ha detto...

Ciao Minu,
ti sono vicina e ti capisco...sai che cosa ho passato. Forse sono stata la prima....purtroppo di una lunga serie.
Ora va bene....ma NON HO DIMENTICATO....NULLA...ANCHE I COMMENTI DI ALCUNE EX COLLEGHE.
Forza...non mollare...
Sabry

Anonimo ha detto...

Siediti e aspetta....
Un abbraccio

bull ... dozer

Wilma ha detto...

Arrendersi mai! Mi raccomando!
...e poi se le bimbe sorridono...c'è da sperare bene...

Luz ha detto...

Anche se è la "tua" guerra, lascia che noi partecipiamo, almeno con l'anima. Ti mando il solito grande abbraccio, che non so se servirà a qualcosa.

Annachiara ha detto...

Che schifo.

Ma quel qualcosa di bello non è che implica un gonfiore al ventre? ;-)
Cioè le tue figlie sono contente di cosa? No, perché ci devi un resoconto. Per farci almeno sorridere! ;-)

Minu ha detto...

@Annachiara
eheheh Annachiara, la loro mamma è uscita dal torpore e cerca di riprendersi quanto messo in disparte in questi ultimi anni. Ok non sono stata chiara, forse non è chiaro neanche a loro, diciamo che è un sorriso di riflesso.
Sullo schifo, concordo, pienamente. E come non potrei.
Ti ho detto che mi piace come scrivi? Già già

Minu ha detto...

@Luz
Il tuo "solito" abbraccio vale triplo. Grazie, ricambio.
Quanta pesantezza però

Minu ha detto...

@Wilma
Arrendersi? Non è nel mio dizionario. Sbornia, presto, tanta sbornia, sana sbornia

Minu ha detto...

@Bull dozer
io mi siedo e aspetto. Ma quanta umidità!

Minu ha detto...

@Sabry
Un giorno dovrai permettermi di raccontare la tua storia, ci sono dentro anche io nella tua storia. Se solo mi avessi ascoltata un tantino di più... sai come gli avresti fatto girare la palle? Eri sulla buona strada...
Ti abbraccio
Minu

Minu ha detto...

@Lu
I vostri commenti, i tuoi commenti, mi danno più forza. Siamo uomini o caporali? Solo a te poteva venire in mente di linkarmi una simile chicca. Grazie Lu

MAURIZIO ha detto...

Il gesto di quella "firma e via", rappresenta la "dignità" che manca a chi continua a festeggiare sulla pelle di tutti. Ma mollare non serve.